Lo spazio tutto da vivere

1 February 2018

in: Notizie

Con questo articolo vi invitiamo a riflettere su uno dei grandi vantaggi che si possono godere attraverso un impianto con pannelli radianti sospesi:
lo spazio utile.

In un recente testo apparso su un noto portale di informazione tecnica e progettuale si dimostra come la soluzione con climatizzazione a soffitto permetta di sfruttare nelle proprie case mediamente il 13% in più in termini di superficie abitabile rispetto a sistemi di riscaldamento/condizionamento quali radiatori e fancoil.

Senza contare poi l’effetto che ciò comporta sul valore economico dell’immobile.

Leggi il contributo qui

Nel salotto di LowUP

19 January 2018

in: Notizie

Intervista a José C. Esteban Matías

In occasione del primo incontro tecnico del team di LowUP, abbiamo incontrato il sig. José C. Esteban Matías, R&D Project Manager dell’azienda ACCIONA Construcción S.A. che coordina il progetto europeo in questione.

Con José abbiamo sbirciato dietro le quinte dell’ambizioso programma finanziato dalla Commissione Europea e ci siamo fatti raccontare qualche notizia inedita sulle origini del progetto, il personale coinvolto e le tutte le tappe che hanno preceduto i lavori del team.

Rivestimento e impianto radiante

16 January 2018

in: Notizie

Normative, caratteristiche e applicazioni. In generale il sistema radiante a pavimento è compatibile con qualsiasi tipologia di pavimentazione. Tuttavia per garantire le migliori prestazioni dell’assieme in termini di rendimento termico, stabilità della finitura e tempistiche di messa a regime, è importante considerare – sia in fase di progettazione sia in fase di immagazzinamento e installazione – alcuni parametri fondamentali: spessore, strato di supporto, conducibilità, giunzioni, etc. Secondo la UNI EN 1264 e la UNI EN ISO 11855 il primo requisito è la resistenza termica del rivestimento, la quale non deve superare il valore di 0.15 m²K/W. In linea di principio la soluzione migliore si realizza quando il sistema di riscaldamento e raffrescamento a pavimento  è abbinato a una pavimentazione dal basso spessore e dall’elevata conducibilità termica. Nell’articolo proposto da Q-rad si affrontano le peculiarità di ciascuna tipologia di rivestimento (legno, ceramica, laminato, pietra e resina) in base alle normative di riferimento, all’applicazione su diversi strati di supporto, alle dimensioni e alle performance termiche.

Impianto radiante e pompa di calore

9 January 2018

in: Notizie

Apriamo il 2018 con un’interessante intervista curata da Expoclima sul tema dei sistemi radianti abbinati alla produzione con pompa di calore.

Risponde il sig. Daniele Agostinetto, Direttore Ricerca & Strategia di Prodotto della nostra azienda, il quale propone una serie di spunti e riflessioni sui benefici della tecnologia radiante soprattutto in termini di ottimizzazione dei rendimenti del generatore di calore.

I punti chiave? Comfort, risparmio, sostenibilità, riqualificazione, incentivi fiscali, progettazione e installazione a regola d’arte, servizio alla clientela.

Leggi il contributo qui

 

Buone Feste da RDZ

21 December 2017

in: Notizie

RDZ rimarrà chiusa per le Festività Natalizie e per le operazioni di inventario da sabato 23 dicembre 2017 a domenica 07 gennaio 2018 compresi.
Le attività lavorative riprenderanno regolarmente lunedì 08/01/2018.

Da tutti noi di RDZ, felici auguri e bollicine a volontà!

AND THE WINNER IS….

21 December 2017

in: Notizie

Signore e signori, ecco a voi i risultati che abbiamo raccolto con il sondaggio IL MIGLIOR PRODOTTO RDZ del 2017. Per ogni categoria che compone il Sistema Comfort di RDZ vi presentiamo le voci che hanno registrato il maggior numero di voti e preferenze:

1° Classificato per la categoria Climatizzazione Radiante
Sistema Super D, soluzione per il riscaldamento e raffrescamento a pavimento a bassa inerzia termica con pannello isolante in polistirene sinterizzato con grafite, caratterizzato da un’elevata resistenza meccanica.

1° Classificato per la categoria Trattamento dell’aria
Unit Comfort UC 360-MHE, macchina per il rinnovo dell’aria ambiente e il trattamento di deumidificazione estiva con possibilità integrazione di potenza sensibile gratuita, prevista per l’installazione orizzontale a controsoffitto.

1° Classificato per la categoria Termoregolazione
Centraline elettroniche Wi-SA, dispositivi per la regolazione del riscaldamento e raffrescamento di un impianto radiante con produzione autonoma di energia.

1° Classificato per la categoria Produzione di energia
Unità splittate US R4 serie Floor e Floor-S,  pompe di calore a inversione di ciclo composte da una macchina esterna e da un’unità interna in versione armadio, disponibili in un range di potenze da 6 a 16 kW termici.

 

Mille grazie per il vostro contributo!

Sondaggio: il miglior prodotto RDZ del 2017

12 December 2017

in: Notizie

Per ogni azienda la fine dell’anno è tempo di bilanci.
Una domanda che in quest’occasione ci incuriosisce molto è la seguente:

Qual è per voi IL PRODOTTO RDZ DELL’ANNO 2017?

Se vi va di farci sapere la vostra opinione, vi proponiamo di rispondere in forma anonima a un breve sondaggio…

Per ogni categoria potete lasciarvi guidare dal criterio che più vi piace: la facilità di installazione, le prestazioni, l’efficienza, il contenuto tecnologico, la qualità, l’originalità, etc.

In trepidante attesa di eleggere il prodotto RDZ più amato del 2017, vi ricordiamo che l’esito del sondaggio sarà pubblicato martedì 19 dicembre p.v. su www.rdz.it e su www.facebook.com/RDZ.Spa/

Grazie mille a tutti!

Partecipa al sondaggio

Edifici d’Italia. Istantanee di un ritratto

5 December 2017

in: Notizie

Secondo la “crono-radiografia” delle costruzioni italiane tratta dall’ultima ricerca CRESME/Cnappc, sul territorio nazionale si contano oggi 15 milioni gli edifici, di cui 11.9 milioni destinati alle abitazioni (79,3%), 1.6 milioni alle attività economiche in genere (10,7)%, 1.5 milioni ad altri impieghi o addirittura in disuso (10%). Sul totale delle case italiane, 4.8 milioni sono state progettate da geometri (40%), 2.1 milioni da architetti e ingegneri (19%), mentre 5 milioni sono state “autocostruite” (41%). In particolare, circa 1 fabbricato su 5 a uso residenziale è stato edificato prima del 1919 (2.5 milioni di unità) ma la maggior parte (cioè 3.95 milioni di abitazioni) risale al boom industriale del ventennio 1960-1980 con oltre 190.000 nuove costruzioni all’anno, valore che nel periodo 2011-2016 è sceso drasticamente a 32.000 unità annue (-83%). Sempre in ambito domestico, 3/4 del patrimonio immobiliare è rappresentato da abitazioni unifamiliari, generalmente di dimensioni comunque contenute e presenti soprattutto nelle aree provinciali, mentre gli edifici condominiali occupano prevalentemente le zone a ridosso dei centri urbani. Realtà a sé stante è quella dei borghi storici dove permane e si rinforza l’inclinazione alla conservazione del beni architettonici e la promozione del loro valore artistico.

Fonte: Ricerca CRESME/Cnappc “Chi ha progettato l’Italia?”

Produzione, distribuzione e gestione del calore negli NZEB

9 November 2017

in: Eventi

Considerando la preoccupante concentrazione di CO2 atmosferica che incombe oggi sulle città italiane, le pompe di calore giocano un ruolo sempre più importante e decisivo, soprattutto negli edifici a Energia Quasi Zero. Mercoledì 15 Novembre 2017 dalle 14.00 alle 18.30, presso il MIB School of Management in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri della provincia Trieste, il Prof. Michele De Carli del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Padova e il Per. Ind. Daniele Agostinetto, Direttore Ricerca & Strategia di Prodotto RDZ S.p.A., offriranno approfondimenti e indicazioni pratiche per la progettazione e la realizzazione di un sistema completo di riscaldamento e raffrescamento ad alta efficienza e a basso impatto ambientale.

Per info e iscrizioni: http://ordineingegneri.ts.it/rdz/

Comfort tricolore a Bucarest

23 October 2017

in: Casi studio

Prendiamo spunto dal recente intervento del vicepresidente dell’Ance sul successo dell’edilizia italiana all’estero (link) per segnalarvi un interessante progetto RDZ realizzato dall’azienda Romstal in Romania. Lo racconta bene George Buhnici, brillante giornalista e famosissimo blogger rumeno, che sta costruendo per la sua famiglia un’abitazione speciale, dove lo stile romanico tradizionale si reinventa in una struttura moderna, confortevole e sostenibile.

La climatizzazione estiva e invernale è garantita dal sistema Cover HP liscio a pavimento abbinato al sistema b!klimax a parete. L’impianto a pavimento copre una superficie di 170 mq ed è composto da pannelli in polistirene espanso arricchito con grafite, di elevata resistenza meccanica e con ottime caratteristiche di isolamento termico. L’impianto a parete è realizzato su una superficie totale di 80 mq con i pannelli radianti b!klimax, leggeri, maneggevoli, semplici da installare e capaci di assicurare massima libertà di rivestimento, prestazioni elevate e assenza di ponti termici. Alla perfetta gestione del clima indoor provvede una centralina elettronica Wi-SA con 9 sonde ambiente di temperatura e umidità e 2 unità per la miscelazione dell’acqua nei rispettivi impianti. L’utente può monitorare l’intero sistema di climatizzazione attraverso il pannello di controllo touch-screen  Wi-TP Pro, flessibile e intuitivo, che dà la possibilità di remotare le informazioni e gestire riscaldamento e raffrescamento anche da fuori casa.

Per un tour live dell’edificio: YouTube #casabuhnici.